La lettura è conoscenza e rappresentazione del mondo, dispiega la realtà alla luce dell'intelletto, lo libera dai limiti spaziali e temporali, gli permette di esplorare a suo piacimento, in raccolta solitudine o in dialogante compagnia, i sentieri lungo i quali si è incamminata, nel tempo, l'umanità. La lettura permette di ascoltare tante voci diverse e di indagare tanti punti di vista di là di quello di volta in volta ufficiale, consentendo così di esercitare e affinare il giudizio critico sugli eventi.
tratto dalla Prefazione di Giuliano Soria ne "L'arte di leggere" a cura di Paolo Mauri


venerdì 30 settembre 2016

Si ricomincia: cosa abbiamo letto in estate e cosa si leggerà questo mese!

Dopo la pausa estiva eccoci qui. Si ricomincia. Che bello rivedersi per condividere le emozioni dettate dalle parole di un libro...


Lo vogliamo condividere anche con voi, cari amici blogger!

Marco ha letto moltissimo: il primo libro della trilogia di Cooper, Dannati, poi È tutta vita di Fabio Volo che ha letto in un pomeriggio, e Le Idi di Marzo di Manfredi, quando il libro è compagnia!



Federica ha avuto un approccio iniziale un po' tormentato all'inizio con il libro  Che tu sia per me il coltello di Grossman  che ha apprezzato a lettura terminata, quando il libro diventa "sfida".
Franca si è appassionata con i libri di Costantini finendo la trilogia del Male: Tu sei il male, Le radici del maleIl male nn dimentica, quando il libro diventa passione!

Noemi ha presentato la scrittrice Alessia Gazzola: i suoi libri diventeranno una serie tv trasmessa su Rai 1 la cui protagonista, Alice, è stata definita la Bridget Jones della medicina legale, quando il libro diventa telecomunicazione.


La maggior parte hanno scelto il libro di De Mello Messaggio per un'aquila che si crede un pollo: libro criticato percè considerato prolisso e dai temi discutibili e non sempre condivisibili, un po' estremizzati, Ha suscitato comunque, interesse e una vivace discussione sull'educazione e su quanto il contesto in cui viviamo ci influenza nelle scelte e nel modo di vederci e rapportarci con gli altri, quando il libro diventa condivisione!






Il prossimo incontro si terrà il 25 ottobre e il libro scelto, da leggere è un "signor" classico: 1984 di Orwell.




"Il potere non è un mezzo, è un fine. Non si stabilisce una dittatura nell'intento di salvaguardare una rivoluzione; ma si fa una rivoluzione nell'intento di stabilire una dittatura. Il fine della persecuzione è la persecuzione. Il fine della tortura è la tortura. Il fine del potere è il potere." tratto da 1984

da PensieriParol/politica/frase-47832?f=w:51>

2 commenti:

  1. Per far parte del gruppo di Lettura, quali le modalità?
    grazie per le delucidazioni !!!
    Simonetta
    anche per email simoeffe76@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simonetta, le ho inviato una e-mail. Stefania

      Elimina